Poesia: “Tremo”

 

Il tremore delle ossa
lo sai che è da sempre il mio scirocco
quella paura che mi strangola
quando lo scintillio del vento
vorrebbe spingermi oltre le nubi
quella natura asfittica
conserva di me le mie angosce
però dall’ombra ridisegno
il colore sbiadito del sole

quello mi manca dovunque mi giri
quello si accosta a quei tuoi sospiri

la volontà di camminare
è la triste verità dell’innegabile
lo schiocco dei violini
è nel tuo bacio ravvivente
nel tuo ventre, come pizzino
c’è l’apocalisse

Advertisements

4 thoughts on “Poesia: “Tremo”

  1. Finalmente qualcuno che ecrive davvero poesie. Il mio blog appena aperto parla di viaggi ma ci pubblico pure poesie da ora in poi. Vedo gente….che scrive cose orribili!!! ho un dottorato in lettere qualcosa capisco: bravo!!!

    Like

    1. Grazie mille per il tuo commento! Sicuramente curioserò sul tuo blog 🙂 AMO la poesia, leggerne e tentare di esprimermi, per quel che mi riesce, seguendo questa forma di linguaggio che ritengo la più profonda mai raggiunta dal genere umano. Grazie ancora.

      Like

      1. I ‘work in progress’ sono le visioni più incoraggianti che ci attendono: sappiamo per certo che abbiamo qualcosa di entusiasmante da fare, e tra i balzi maldestri e spesso rudi del vivere quotidiano, sapere di avere un’oasi di bellezza pronta ad aspettarci è meraviglioso. Resto curioso. Ogni bene 😉

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s